Home ABSTRACT ESTRATTO DI FOGLIE DI OLIVO E SISTEMA IMMUNITARIO
1

ESTRATTO DI FOGLIE DI OLIVO E SISTEMA IMMUNITARIO

ESTRATTO DI FOGLIE DI OLIVO E SISTEMA IMMUNITARIO
1

Sentiamo spesso parlare dell’olio di oliva extra vergine per le sue potenti proprietà antiossidanti, antinfiammatorie, ipoglicemizzanti e protettive per il sistema cardiovascolare, solo per citarne alcune.
Meno conosciuti sono, invece, gli effetti benefici delle foglie dell’olivo utilizzate sotto forma di estratto o infuso e il cui uso a scopo terapeutico risale a tempi antichi.
Lo  proprietà fitochimiche delle foglie di olivo, necessarie alla pianta per proteggersi dai parassiti  dalle malattie, sono attribuibili a diversi metaboliti secondari, come flavonoidi e oleosidi. Di questi ultimi il più abbondante è l’oleuropeina, mentre alcuni dei principali flavonoidi presenti nelle foglie di olivo sono la rutina, la luteolina e l’apigenina. Altre molecole bioattive che troviamo nelle foglie di olivo sono ad esempio il tirosolo, l’acido elenolico, il tirosolo e l’idrossitirosolo. Questi composti conferiscono all’estratto di foglie di olivo molteplici benefici anche per il sistema immunitario tra cui proprietà antivirali e antibatteriche.
Oltre la potente attività antinfiammatoria infatti, in letteratura sono stati condotti studi considerevoli a supporto  della capacità delle foglie di olivo di sostenere e rafforzare il sistema immunitario contro alcune infezioni virali.
In uno studio in vitro del 2018, l’oleuropeina estratta dalle foglie di olivo ha modificato la risposta immunitaria aumentando la produzione di Interferone-γ con aumento delle cellule CD8 + e Natural Killer. E’ stato anche visto che l’oleuropeina è in grado di mantenere l’equilibrio tra le cellule T regolatorie e le cellule Th17.
Alcune ricerche dimostrano l’efficacia della foglia d’olivo contro i virus respiratori. Uno studio randomizzato condotto dall’Università di Auckland in Nuova Zelanda suggerisce che la foglia di ulivo può contribuire al trattamento delle infezioni respiratorie virali, incluso i coronavirus. Uno studio del 2001 dell’Università di Hong Kong ha identificato 6 composti antivirali estratti dalle foglie di olivo che sono risultati efficaci contro la parainfluenza e il virus respiratorio sinciziale (RSV).
La foglia di olivo è efficace anche contro i patogeni batterici e sappiamo che la maggior parte delle polmoniti batteriche sono gram-positivi. Secondo uno studio congiunto della Arab American University e della University of Central Florida College of Medicine, l’oleuropeina ha avuto maggiori effetti contro i patogeni gram-positivi, mentre i batteri gram-negativi sembravano essere maggiormente resistenti.
In merito alle proprietà antivirali, è stato pubblicato nel Journal of Biochemical and Biphysical Research uno studio in cui i ricercatori della New York University hanno identificato l’attività anti-HIV dell’estratto di foglie di olivo per modulare l’espressione genica delle cellule ospiti infettate dal virus.
Dai risultati è emerso che il trattamento con oleuropeina contenuta nelle foglie di olivo ha invertito diversi meccanismi associati all’infezione da HIV-1.
Un altro studio congiunto della NYU e della Harvard Medical School ha concluso che l’oleuropeina proveniente dalle foglie di ulivo è “una classe unica di inibitori dell’HIV-1” ed è “efficace contro la fusione e l’integrazione virale”.
L’esatto meccanismo dell’attività antivirale dell’estratto di foglie di olivo potrebbe essere attribuibile alla capacità di bloccare l’ingresso delle particelle virali nelle celle.
Inoltre è stato dimostrato che l’estratto di foglie di olivo è un inibitore virale nelle prime fasi della replicazione.
Dalle ultime ricerche su Covid-19 sembra che il virus si attacchi al recettore ACE2 della cellula ospite, lo stesso recettore si attiva anche nelle infezioni da HIV. Questo è uno dei motivi per cui ai pazienti con infezione da questo nuovo ceppo di coronavirus vengono prescritti farmaci per l’HIV. La questione necessita assolutamente di ulteriori approfondimenti, ma l’estratto di foglie di ulivo potrebbe contribuire al trattamento di questo nuovo virus?

Bibliografia:
– Magrone T, Spagnoletta A, Salvatore R, Magrone M, Dentamaro F, Russo MA, et al. Olive leaf extracts act as modulators of the human immune response. Endocr Metab Immune Disord Drug Targets. (2018) 18:85– 93.
– Yaseen Khan, M. D., S. Panchal, N. Vyas, A. Butani, and K. Vimal (2007). Olea europaea, A phyto- pharmacological review. Phcog Rev., 1(1): 114- 118.
– Huang, S., L. Zhang, P. L. Huang, Y. Chang, and P. L. Huangd (2003). Anti-HIV activity of olive leaf extract (OLE) and modulation of host cell gene expression by HIV-1infection and OLE treatment. Biochem Biophys Res Commun., 307: 1029–1037.