Home LIBRI

LIBRI

Ho scritto questo libro perché ritenevo mio dovere spendermi e prendere posizione per dare un’importante informazione di come l’alimentazione, l’integrazione alimentare, gli stili di vita possano influenzare il nostro sistema immunitario e ridurre il rischio di infezioni virali come il COVID-19, senza dover contare solo sui farmaci o l’eventuale vaccino.
Purtroppo sui mass media non è stata fatta alcuna informazione in tal senso, anzi si è sminuito la valenza di sostanze come la Vitamina C e la vitamina D, delle quali c’è una abbondante letteratura scientifica a proposito.
Con l’invecchiamento, la malnutrizione o l’iperalimentazione, con la sedentarietà, con l’eccesso di stress o di medicine assunte, con la presenza di malattie croniche, anche il sistema immunitario tende a non funzionare come dovrebbe e per questo diventiamo più vulnerabili alle malattie virali.
Un sistema immunitario efficace può aiutarci a prevenire e contrastare le malattie infettive, ma anche le malattie degenerative età-correlate.
Modificare lo stile di vita è possibile per chiunque, e a qualsiasi età.
Perché se è vero che nasciamo come siamo, è altrettanto vero che diventiamo come mangiamo, come ci muoviamo, come respiriamo e come pensiamo.
Con l’acquisizione di un adeguato stile di vita, comprendente corretta alimentazione, esercizio fisico costante, utilizzo consapevole di integratori alimentari, gestione dello stress, rispetto dell’ambiente e il bilanciamento ormonale, si può mirare al raggiungimento di una salute potenziata che ci possa proteggere dall’aggressione microbica così come una roccaforte resiste all’aggressione del nemico.
Questo testo è finalizzato a creare le conoscenze riguardo i corretti stili di vita e la consapevolezza che sia il cibo, sia l’esercizio fisico, sia l’integrazione mirata, possono essere somministrati come un farmaco, che solo un professionista esperto può prescrivere.
Nessun alimento o integratore, assunti senza modificare lo stile di vita nella sua globalità, può considerarsi miracoloso.
I motivi che mi hanno spinto a scrivere una seconda edizione di questo libro sono tre:
1° – Il grande successo, che ha fatto si che la PRIMA EDIZIONE diventasse il best seller della LSWR nel 2016 e lo rimanesse per 3 anni.
2° – Il mondo dell’alimentazione e di più quello dell’integrazione è in continua evoluzione, quindi certi concetti già espressi diventano vecchi (anche se, a mio parere, molti rimangono sempre validi) ed emergono nuove evidenze che rendono più completa l’informazione.
3° – E’ prevista la traduzione in inglese, finalizzata soprattutto alla pubblicazione e alla distribuzione del libro negli Stati Uniti e per questo motivo si è reso opportuno l’inserimento di “supplements” commercializzati sul mercato statunitense, anche se non disponibili in Italia, ma comunque reperibili dalla maggior parte di noi.
Considerando ciò il libro come numero di battute è stato praticamente raddoppiato e si è reso necessario un cambio di grafica per limitarne le dimensioni enciclopediche e i costi, ma una cosa è certa: la dieta e gli integratori alimentari possono fare la differenza quando si svolge attività fisica, ma bisogna scegliere con attenzione e non è facile orientarsi fra le numerose proposte del mercato.
Questo libro aiuta nella gestione dell’alimentazione e nella scelta degli integratori che migliorano le prestazioni atletiche, sulla base di solide evidenze scientifiche e in totale sicurezza.
I suggerimenti riguardano i principali tipi di attività fisica, dalla palestra al ciclismo, dalla corsa al crossfit, senza trascurare le esigenze di determinate categorie di sportivi, come i senior, i diabetici, i vegani e in particolare le donne.
Sono presi in esame anche approcci nutrizionali, come la dieta chetogenica e il digiuno intermittente.
Ben 86 schede dettagliate sugli integratori illustrano le caratteristiche e le proprietà che consentono di ottenere performance ottimali.
A ciascun integratore è dato un punteggio, per consentire al lettore di valutare la sua efficacia nel migliorare i parametri che influenzano la performance (forza, forza resistente, massa, endurance, dimagrimento, concentrazione, recupero).

PREMESSA – Spattini Massimo

La mia formazione nell’ambito della Medicina è sempre stata orientata a dare grande importanza, oltre che agli aspetti preventivi, anche al raggiungimento della “salute potenziata” che secondo gli statement dell’Organizzazione Mondiale della Sanità è il diritto per l’uomo di aspirare non solo all’assenza della malattia ma anche alla migliore condizione di salute che permetta la migliore qualità della vita. Da qui le mie specializzazioni, prima in Medicina dello Sport e poi in Scienze dell’Alimentazione e della Dietetica e le successive certificazioni in Medicina Anti-Aging e Rigenerativa (ABAARM) e in Medicina Funzionale (AFMCP) acquisite negli USA.
La Medicina Funzionale ha rappresentato per me la scoperta di una metodologia con la quale già in realtà condividevo la visione riguardante l’approccio al paziente. Da sempre, grazie anche alle mie esperienze in campo sportivo, ho ritenuto che ogni intervento dovesse essere personalizzato, tenendo conto delle individualità biochimiche e genetiche oltre che delle influenze epigenetiche sul soggetto. Ho sempre pensato che più che avere delle risposte fosse importante porsi delle domande e la Medicina Funzionale è la medicina del “perché”: non ti do un farmaco in risposta al tuo sintomo per sopprimerlo ma prima mi chiedo qual è la causa del sintomo e di conseguenza cerco di eliminarla.
È un cambiamento di paradigma rispetto all’approccio medico convenzionale basato solo sulla soppressione di quel dato sintomo. Inoltre, vista la nostra formazione scientifica prevalentemente basata sulla Evidence Based Medicine (EBM), ritengo che la Medicina Funzionale, che integra la EBM con l’“Ars Medica” e la visione dei sistemi biologici nella loro interazione con l’ambiente, tenendo conto della genetica, in un approccio che mette il paziente al centro, sia l’unica possibilità (o per lo meno quella al momento più alla nostra portata di comprensione) per affrontare l’epidemia delle malattie croniche di tipo degenerativo…. leggi tutto >  PREMESSA

PREFAZIONE di Alessio Fasano

INTRODUZIONE di Spattini-Bevacqua

La maggior parte delle persone che praticano un’attività fisica regolare segue una dieta e utilizza gli integratori alimentari per migliorare le proprie prestazioni, trovando sul mercato un elevato numero di proposte tra cui non è sempre facile scegliere.
Questo libro mostra come migliorare la performance sulla base di solide evidenze scientifiche e in totale sicurezza.
Per tutti i principali tipi di attività fisica, dalla palestra al ciclismo passando per il crossfit, sono suggerite l’alimentazione e l’integrazione più appropriate, senza dimenticare le esigenze di particolari categorie di sportivi quali l’atleta senior, diabetico o vegano. Sono quindi illustrate, con oltre 60 schede dettagliate, le caratteristiche e le proprietà di tutti gli integratori in grado di portare il nostro organismo al miglioramento della performance fisica e sportiva.
Per facilitare la scelta, a ciascun integratore è assegnato un punteggio riguardante la sua efficacia nel migliorare ogni singola capacità alla base della prestazione atletica (forza, forza resistente, massa, endurance,  dimagrimento, concentrazione).

La dietaCOM® (acronimo di CronOrMorfo dieta) è un approccio integrato che tiene conto della Cronobiologia degli Ormoni e della Morfologia.
Non siamo tutti uguali e, già nel 400 A.C., Ippocrate aveva osservato che trovare la giusta alimentazione e tipologia di esercizio fisico per ognuno era la strada per raggiungere la salute. Egli aveva inoltre notato come determinate morfologie , ovvero determinate forme del corpo, fossero legate a specifiche espressioni caratteriali. Tutto questo, ora si sa, è legato alla genetica che indirizza il nostro sviluppo secondo le nostre predisposizioni. Oggi, tuttavia, si ha la certezza che anche l’epigenetica (cioè l’influenza dell’ambiente esterno) gioca un ruolo fondamentale nel permettere o impedire il manifestarsi di determinate predisposizioni: “Nasciamo come siamo, diventiamo come mangiamo, come ci muoviamo, come pensiamo!”. È un dato di fatto all’evidenza comune che le persone accumulano grasso in maniera diversa. Alcuni individui accumulano grasso soprattutto nella parte superiore del corpo e nell’addome (conformazione a mela), altri in modo particolare nella parte inferiore (conformazione a pera), altri ancora in maniera omogenea sia sopra che sotto (conformazione a peperone). Questi accumuli in distretti diversi del corpo sono legati principalmente a differenti prevalenze ormonali. Gli ormoni influenzano la distribuzione del grasso così come le scelte alimentari e gli alimenti, a loro volta, condizionano le secrezioni ormonali; tutto questo in un circuito integrato. Tuttavia occorre tener presente che la secrezione degli ormoni varia nel corso della giornata, ne deriva pertanto che anche l’assunzione di determinati alimenti in momenti diversi della giornata, abbia un effetto diverso sull’accumulo del grasso. La dieta COM tiene conto della Morfologia dell’individuo (a mela, a pera o a peperone) che corrisponde a specifiche prevalenze Ormonali, la cui influenza sulla distribuzione del grasso può essere controllata e modificata, in parte, dalla scelta sia qualitativa che Cronologica degli alimenti, favorendo, di conseguenza un dimagrimento localizzato.

La cronormorfodieta, o DietaCom®, si fonda sullo studio dei caratteri ereditari, delle influenze metaboliche e ormonali, delle consuetudini alimentari e dei fattori ambientali che influenzano la vita di ognuno, studia quindi un regime alimentare specifico in modo che ogni persona possa raggiungere il miglior stato di forma e mantenerlo per tutto il corso della vita. La DietaCom® si basa su due fattori fondamentali: regime alimentare normocalorico e attività fisica.

La vera innovazione sta tuttavia nell’aver individuato il modo per ottenere il dimagrimento localizzato, proponendo regimi alimentari che tengono conto della morfologia della persona (la sua forma) e dei ritmi cronologici che regolano ormoni e metabolismo. Il lettore scoprirà nel testo il “tipo” cui appartiene e il regime alimentare più adatto, con l’indicazione anche dei menu e delle ricette.

Il concetto dell’Antiaging va oltre, anche se non disconosce, le cure estetiche ed è rivolto principalmente a contrastare i danni funzionali legati al processo di invecchiamento.
In una società dove ormai le malattie di tipo degenerativo sono in aumento esponenziale e dove la medicina convenzionale ha fallito nella promessa di migliorare la nostra qualità della vita, l’unica possibilità di recuperare la nostra dignità e la gestione del nostro organismo è uno stile di vita corretto, supportato dalla guida di un operatore della salute esperto in metodologie antiaging.
Lo stile di vita non può però considerare un solo aspetto, ad esempio l’alimentazione, ma deve essere un approccio integrato dove tutti i fattori concorrenti alla promozione del benessere e della salute devono interagire tra di loro.
In questo libro l’Autore, insieme a 12 esperti, ognuno per le proprie competenze specifiche, tratta di alimentazione, integrazione alimentare, esercizio fisico, postura, allenamento funzionale, igiene dentale, sesso, psiche, cure estetiche, terapie ormonali e check-up diagnostico.

 

 

Lingua: inglese