Home ABSTRACT BROCCOLI CONTRO IL DIABETE
0

BROCCOLI CONTRO IL DIABETE

BROCCOLI CONTRO IL DIABETE
0

Una nuova ricerca mostra che il sulforafano, un antiossidante presente nei broccoli, può rallentare o addirittura invertire il diabete di tipo 2 nelle persone in sovrappeso. Lo studio è stato pubblicato sulla rivista Science Translational Medicine. I ricercatori hanno utilizzato esperimenti di laboratorio con animali, metodi computazionali e studi clinici con soggetti umani per completare il loro studio. Durante la fase di laboratorio dello studio, i ricercatori hanno analizzato il tessuto epatico di topi diabetici. I topi sono stati allevati con una dieta con un contenuto di grassi del 42% e del 15% di colesterolo. Dall’analisi il team è stato in grado di identificare 1.720 diversi geni che avevano influenzato l’iperglicemia. L’iperglicemia è una condizione caratterizzata da elevati livelli di zucchero nel sangue. Ulteriori analisi hanno permesso ai ricercatori di restringere la loro attenzione su circa 50 geni responsabili dell’aumento dei livelli di zucchero nel sangue con conseguente sviluppo del diabete. Nella seconda fase dello studio sono stati classificati i composti noti per la loro capacità di invertire la malattia riducendo la capacità dei geni di esprimersi. Il sulforafano è un composto chimico trovato in verdure crucifere come i cavoli e broccoli. La sostanza è stata in grado di ridurre con successo la produzione di glucosio in gruppi di cellule coltivate in laboratorio. I test sono stati poi completati utilizzando roditori di laboratorio. Nonostante siano stati nutriti con una dieta ad alto contenuto di grassi e di fruttosio, i ratti che hanno ricevuto dosi di sulforafano hanno mostrato un notevole miglioramento della tolleranza al glucosio. Dopo gli esperimenti sugli animali, i ricercatori hanno testato 97 pazienti umani con diabete di tipo 2. I partecipanti hanno assunto una dose giornaliera di sulforafano, sotto forma di estratto di broccolo, per 12 settimane. I pazienti con peso normale non sono stati influenzati dal composto. I partecipanti obesi hanno visto una riduzione del 10% dei livelli di zucchero nel sangue a digiuno dopo l’assunzione dell’estratto. Ciò significa che l’estratto di sulforafano è stato in grado di ridurre significativamente il rischio di sviluppare complicazioni correlate al diabete senza causare problemi gastrointestinali o altri effetti collaterali.