Home ARTICOLI Lifestyle CAMBIARE LE NOSTRE ABITUDINI ALIMENTARI SCORRETTE
0

CAMBIARE LE NOSTRE ABITUDINI ALIMENTARI SCORRETTE

CAMBIARE LE NOSTRE ABITUDINI ALIMENTARI SCORRETTE
0

Oggi per motivi di comodità, carenza di tempo, informazioni sbagliate la maggior parte delle persone persegue abitudini alimentari scorrette che sono alla base dell’indebolimento della nostra salute del nostro sistema immunitario. Le possiamo sinteticamente riassumere qui:

  • Aumento delle kcal introdotte nella dieta: attraverso i cibi ricchi di zuccheri e grassi idrogenati, la continua e abbondante presenza di cibo presente durante l’intero arco della giornata, il salto dei pasti ( non programmato) che porta poi alle abbuffate compensatorie, gli inganni del marketing alimentare (aumento dei cibi “light” che inducono il soggetto a credere di poterne consumare quantità abbondanti, in quanto dietetici).
  • Aumentato consumo di zucchero: la “diabesità”, che colpisce più di 1 miliardo e 700.000 persone in tutto il mondo, è il continuum di problemi di salute che va da una situazione di scarsa resistenza all’insulina e sovrappeso fino all’obesità e al diabete; chi soffre di prediabete ha 4 volte più probabilità di morire di malattie cardiache e rischia di sviluppare uno stato di pre-demenza definito deterioramento cognitivo lieve. Il sempre più frequente consumo delle bevande zuccherate, che sono correlate ad un aumento del 60% di rischio di obesità nei bambini che consumano 1 bevanda al giorno, ad un aumento dell’80% di rischio di sviluppare Diabete di tipo 2 nelle donne che consumano 1 bevanda al giorno, ad un aumentato rischio di patologie cardiovascolari. Secondo uno studio della University of Georgia (USA) una dieta ad alto contenuto di zuccheri, oltre ad aumentare il peso, ha effetti negativi sul microbiota intestinale: ne riduce la biodiversità (quantità di specie batteriche presenti) ed aumenta la proliferazione dei Firmicutes (specie batterica più presente nell’intestino dei soggetti obesi). Queste alterazioni del microbiota favoriscono la permeabilità intestinale, permettendo il passaggio di sostanze potenzialmente dannose come LPS (lipopolisaccaridi) e citochine infiammatorie.
  • Tendenze alimentari sociali cambiate: aumentata frequenza dei pasti consumati fuori casa, diffusione globale dei fast food; per questo è molto importante scegliere di circondarsi di persone che abbiano degli obiettivi di benessere e adottino uno stile di vita positivo e salutare.

Fonte: “Guida alla Medicina Funzionale-La medicina del domani” di Massimo Spattini e Enrico Bevacqua-  EDRA Edizioni